“Nel corso dei decenni gli Stati Uniti, con la scusa della libertà, hanno disseminato le loro armi in ogni angolo del pianeta, ritenendosi in diritto di usarle per i loro interessi internazionali, contro ogni regola, per uccidere persone, rovesciare e destabilizzare governi”. A dirlo al Fatto.it è Moni Ovadia, attore e musicista di origine ebraica, che così commenta l’escalation militare tra Usa e Iran. “Quanto a Israele – prosegue Ovadia – rischia di entrare nell’occhio del ciclone perché il governo reazionario di Netanyahu non conosce le vie della pace, ma solo quelle della forza, della supremazia e della violenza”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lady Gaga rivela: “Sono stata stuprata ripetutamente quando avevo 19 anni”

next
Articolo Successivo

Justin Bieber rivela: “Dicevano che sembravo una merda ma la verità è che ho la malattia di Lyme”. Ecco di cosa si tratta

next