Dopo il tentativo fallito ieri, durante il quale le forze dell’ordine lo avevano respinto, Juan Guaidò è riuscito a entrare in Parlamento insieme ai suoi sostenitori forzando l’ingresso sbarrato da un gruppo di agenti. L’oppositore di Nicolàs Maduro ha prima assunto la funzione di presidente dell’Assemblea venezuelana e poi ha giurato nuovamente come presidente ad interim. “In nome di coloro che non hanno voce, delle madri che piangono per i loro figli, dei maestri che lottano, delle infermiere, degli studenti, dei prigionieri politici, in nome del Venezuela, giuro di compiere i doveri di presidente incaricato e di trovare soluzioni alla crisi”, ha dichiarato Guaidò.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stuprarono e uccisero studentessa, condannati saranno giustiziati per decisione dell’Alta corte indiana

next
Articolo Successivo

Iran, Germania ritira parte delle truppe dall’Iraq. Militari italiani spostati da Baghdad. Trump: “Non colpiremo siti culturali”

next