Una raffica di razzi scagliati in una zona vicina all’aeroporto di Baghdad. È il raid aereo degli Stati Uniti che ha ucciso il generale iraniano Qassem Soleimani e il numero due della milizia paramilitare sciita Hashd Shaabi, Abu Mahdi al-Mohandes. Nelle immagini l’auto in fiamme dopo l’attacco e il successivo lancio di missili che non ha causato ulteriori feriti. Lo scenario, una volta spento l’incendio, è apocalittico.

Video Twitter

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Qassem Soleimani, chi era il generale iraniano ucciso nel raid Usa: uomo in prima fila sul campo e braccio destro del potere di Teheran

next
Articolo Successivo

Iraq, Usa uccidono il generale iraniano Soleimani. Trump: “Suo regno di terrore è finito”: Teheran: “Vendetta in tempi e luoghi opportuni”

next