“Il voto che è stato espresso in Parlamento era condizionato dal contesto e dal timore dell’9mpopolarità. Ma esistono provvedimenti che meritano di essere combattuti anche a rischio di apparire impopolari”. Lo ha detto il senatore di Forza Italia Andrea Cangini, a margine della conferenza stampa organizzata dalla Fondazione Einaudi, per annunciare il raggiungimento delle firme necessarie per il referendum sul taglio dei parlamentari. Insieme a Cangini hanno dato la loro adesione altri 63 senatori, provenienti principalmente da Forza Italia (41). Sette i senatori del Pd, tre dei 5 stelle, due di Italia Viva e due della Lega, mentre nove appartengono al gruppo Misto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salvini, 19enne lo fotografa addormentato e gli fa il dito medio. Lui risponde: “Che personcina educata” e scatena i follower

next
Articolo Successivo

Taglio parlamentari, Ceccanti (Pd): “Anche senatori dem tra firmatari per bloccare la riforma? Un errore”

next