Una dichiarazione d’amore trasformata in una richiesta di voto. È lo spot elettorale pubblicato dal primo ministro inglese Boris Johnson a un giorno dalle elezioni politiche nel Regno Unito che riprende il film Love Actually. Nel video Johnson fa la parodia di una delle scene più conosciute del film del 2003: Andrew Lincoln, alias Mark, nella notte di Natale dichiara il proprio amore a Keira Knightley (Julie), usando dei cartelli. I messaggi del primo ministro, però, non sono frasi d’amore ma slogan pro Brexit. Rivolgendosi a un’elettrice sulla porta di casa, Johnson sottolinea che “mancano solo 9 seggi per arrivare alla maggioranza”, ricordando quindi che “il voto non è mai stato così importante”.

Al video spot ha risposto l’attore Hugh Grant, notoriamente contrario alla politica di Johnson, che nella pellicola interpreta un primo ministro laburista. “Noto – ha detto Grant alla Bbc – come non sia stato lasciato uno dei cartelli del film originale in cui Lincoln dice che ‘a Natale bisogna dire la verità’. Forse gli spin doctor Tory hanno pensato che quel cartello nelle mani di Johnson sarebbe sembrato fuori posto”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Aung San Suu Kyi a L’Aia difende il Myanmar dalle accuse di genocidio contro i Rohingya: “Quadro fuorviante e incompleto”

next
Articolo Successivo

Greta Thunberg scelta dal Time come “Persona dell’Anno”: la 16enne è la più giovane di sempre

next