Le Nazioni Unite discutono del cambiamento climatico a Madrid. Ma la cura dell’ambiente inizia soprattutto da piccoli gesti che ciascuno di noi può compiere. Questo è il messaggio e lo spirito di “Partetuttodanoi”, un’iniziativa dedicata alla pulizia dei boschi nata a Samarate, in provincia di Varese. Un gruppo di dipendenti della Quanta System, azienda che produce laser per uso medicale, ha inaugurato infatti un progetto di pulizia delle aree verdi del comune. Tutto è cominciato con un terzetto di lavoratori (Roberto Tromarchio, Marco Turconi e Alessandro Parenti) che hanno partecipato alla manifestazione organizzata dal movimento Fridays For Future il 27 settembre a Milano e, anche con lo spirito di quell’evento, hanno deciso di dedicare una pausa pranzo alla settimana alla pulizia del bosco intorno alla fabbrica. Poi, il progetto è stato pubblicizzato attraverso le chat aziendali con i colleghi fino a giungere ad una quarantina di volontari. E a lanciare un’analoga iniziativa a Mornago, altro comune della provincia della città lombarda.

“All’inizio eravamo guardati con diffidenza”
“L’idea è nata – spiega Roberto Tromarchio – dallo spunto di una signora di Appiano Gentile che ha “adottato” un tratto della strada provinciale tenendolo pulito. Da lì abbiamo esportato il progetto a Lurate Caccivio, dove risiedo, e poi sul luogo di lavoro iniziando a parlarne con i colleghi”. E le reazioni? “All’inizio eravamo guardati con diffidenza”, poi l’iniziativa è diventata un vero e proprio fenomeno nell’azienda. “Alla seconda uscita eravamo una quindicina per poi diventare una quarantina con la consigliera comunale Piera Primerano e altri cittadini che si sono aggiunti”. Anche perché la manodopera non è mai di troppo: “Abbiamo recuperato così tanto materiale da dover chiedere un aiuto concreto all’azienda che ci ha supportato attraverso l’acquisto di guanti e di pinze telescopiche”, spiega Tromarchio. Il campionario del materiale ritrovato è molto vario: da una latta d’olio ancora sigillata ad alcune aspirapolveri fino ai resti di un motorino. Una tale abbondanza da far richiedere anche l’intervento del Comune e della nettezza urbana per lo smaltimento e il riciclo.

“Il sindaco ha chiesto un incontro con noi”
L’iniziativa ha però un obiettivo e un ideale più vasto: quello di far trovare ai singoli cittadini un periodo di tempo della propria settimana per impiegarlo nella pulizia dell’ambiente. “Cerchiamo di avvicinare altre persone attraverso i canali social del nostro progetto – spiega ancora Tromarchio – dove divulghiamo la nostra attività in maniera scherzosa e sarcastica”. Così lo scorso sabato la ‘trasferta’ a Mornago, dove il sindaco Davide Tamborini, rieletto a maggio da una lista civica, “ci ha chiesto un incontro per provare a far partire anche nel suo paese un gruppetto di pulizia settimanale”, concludono gli organizzatori.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Firenze, affittato il parco delle Cascine per un mese. La bellezza, evidentemente, è ancora per pochi

prev
Articolo Successivo

Greta Thunberg arriva in catamarano a Lisbona: decine di ambientalisti la aspettano in porto

next