“Per noi è importante l’Ilva, dunque qualsiasi cosa possa agevolarla per noi è determinante”. Così Claudio Durigon, deputato della Lega, commenta l’iniziativa di Italia viva volto a ripristinare lo scudo penale per ArcelorMittal, attraverso un emendamento al decreto fiscale. “Siamo pronti a votarlo” afferma Durigon. Sull’emendamento è atteso il parere di ammissibilità, ma se passasse con i voti determinanti delle opposizioni e la contrarietà del M5s “è naturale che a quel punto dovrebbero spegnere questo governo ed avere il coraggio di andare ad elezioni” conclude il deputato leghista. “Un emendamento che ripristina lo scudo penale è stato presentato anche da Forza Italia, per cui noi saremo ben felici di votare dello scudo penale” afferma il deputato Simone Baldelli . “Perché bisogna ripristinare le condizioni iniziali e lo scudo è una precondizione per riaprire la trattativa con ArcelorMittal, per cui il voto anche responsabile delle opposizioni speriamo serva per provare a salvare sito produttivo e posti di lavoro”. Se l’emendamento di Iv venisse approvato con i voti dell’opposizione e la contrarietà del M5s, questo sancirebbe la fine della maggioranza? “Lo deve chiedere a loro. A me interessa che gli errori e la superficialità del M5s e di chi è al governo con loro non metta a rischio i posti di lavoro” conclude Baldelli. Ma che le acque siano agitate all’interno della maggioranza lo rende chiaro Francesco Silvestri, deputato M5s: “La posizione del nostro gruppo parlamentare è molto chiara ed è contro il ripristino dello scudo ed è indubbio che un voto favorevole dell’emendamento di Iv con i voti delle opposizioni, aprirebbe un problema serio all’interno della maggioranza”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Oppositore Immaginario, stai contestando Salvini o gli stai facendo un regalo?

next
Articolo Successivo

Bolivia, Cabras (M5s): “È stato un golpe. Accuse a Morales? La corruzione non è connaturata con una figura come la sua”

next