Sono un terrone, un terrone orgoglioso e fiero che vive a Milano. Ho vissuto in Puglia fino ai 19 anni, poi sono venuto qui, mi sono laureato e sono rimasto. Ma c’è una cosa che mi sta proprio sul cazzo: il comportamento di certi meridionali che vivono a Milano. Non tutti, eh, alcuni”. Dopo il grande successo del video sul razzismo, interpretato da Andrea Pennacchi nei panni di un imprenditore veneto che sfotte i meridionali e il loro sostegno a Matteo Salvini, This is racism ha pubblicato un nuovo cortometraggio, sempre in tema di convivenza Nord-Sud Italia. La produzione è firmata, anche questa volta, da Golemhub.com. Il monologo, invece, è di Frekt, con la direzione di Francesco Imperato. Il luogo scelto è quello dell’ex Stipel, simbolo del boom economico degli anni Sessanta, e di fronte al quale aveva posato anche Giorgio Gaber nel 1971.

Sui social il video ha diviso le persone tra chi ha condiviso il messaggio e ringraziato per l’idea e chi, al contrario, lo ha mal interpretato.

Video Facebook/This is Racism

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Incidenti, ancora bambini travolti dalle auto davanti le scuole. E noi protestiamo così

prev
Articolo Successivo

Monica Cirinnà a un utente che le augura il cancro: “La ignoro. Sono già stata operata e conosco la paura di morire”

next