“Quando vi chiamerà la prefettura per chiedervi quanti ne prendete (richiedenti asilo nda) da voi mi aspetterò un rispettoso no”. È questo l’appello che il leader della Lega Matteo Salvini rivolge ai suoi amministratori che si sono riuniti oggi a Milano. “La redistribuzione a parole è stata solo a parole dunque è la resa, evidentemente tra le promesse di Conte all’Europa c’era quella che l’Italia ritornasse un campo profughi”.

Un appello subito raccolto da tanti dei 500 tra sindaci e governatori che hanno applaudito l’intervento del loro leader: “Siamo disponibili a ragionare su qualsiasi ipotesi dalle nuove tecnologie a barrieramenti” dichiara il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga mentre accanto a lui la sindaca di San Germano Vercellese che in passato ha fatto un’ordinanza anti-migranti nel suo comune si dice pronta a “replicarla perché noi siamo contro gli immigrati”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Governo, ‘nessun toscano nel Conte 2’? Quando la regione prende il posto della ragione

prev
Articolo Successivo

Sondaggi, un italiano su due boccia il nuovo governo. Ma Conte è il leader che piace di più. Cala la Lega, cresce il M5s: il Pd è secondo

next