Mercati e Unione europea partigiani con Roma ancora prima di passare dalle parole ai fatti? “Perché no?”, è il coro di risposte di professori, ex ministri e politici intervenuti al Forum Ambrosetti di Cernobbio. Mentre Mario Monti rivendica di aver sempre pensato che i pentastellati non fossero anti europeisti, Pier Carlo Padoan invoca la ritrovata credibilità dell’esecutivo Conte una volta rimescolate le carte. Perfino l’ex ministro Enzo Moavero Milanesi è “positivo” sul favore di Bruxelles per il nuovo governo, visto che dimostra come l’arena politica sia uscita dai confini nazionali del Vecchio Continente. A suo giudizio si tratta di “un segnale importante per l’integrazione europea”, ma auspica che le regole rimangano uguali per tutti. Mentre Renato Brunetta ha già fatto la sua scelta: tra Salvini e l’Europa? L’Europa.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sondaggi, il cammino del governo Pd-M5s parte in salita: piace solo a uno su 3. Ma può contare sulla fiducia record per Conte

next
Articolo Successivo

Governo, sulla revoca delle concessioni ad Autostrade il Pd sembra la Lega. Riforma Giustizia? Orlando vuole ‘costruire un metodo’

next