Trenta euro per 12 ore di lavoro. Ogni giorno, piegati sui campi, in precarie condizioni igienico-sanitarie e senza alcuna garanzia contrattuale, nonché in violazione delle norme sulla salute e sulla sicurezza sul lavoro. Era questa la quotidianità di 7 braccianti agricoli africani sfruttati, secondo i carabinieri di Ginosa, nel Tarantino.

Il ‘padrone’ era un 35enne sudanese, domiciliato a Bernalda, in provincia di Matera, che è stato arrestato dai militari dell’Arma e posto ai domiciliari. Le accuse nei suoi confronti sono di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. L’uomo è stato sorpreso alla guida di una Opel Zafira mentre stava accompagnando nei campi, in agro di Ginosa, i sette braccianti extracomunitari.

Dai primi accertamenti sono subito emerse le condizioni di sfruttamento a cui erano sottoposti i lavoratori da parte dell’arrestato. L’uomo sudanese non è il solo accusato. Nell’ambito della stessa operazione è stato infatti denunciato in stato di libertà un 37enne di Ginosa, datore di lavoro, al quale sono state contestate ammende per 20mila euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, Enac vieta decollo a due aerei che avvistano gommoni. “Non rispettano norme”

next
Articolo Successivo

Carabiniere ucciso a Roma, il militare che ha scattato la foto del ragazzo bendato: “Dava testate al muro, foto riservata”

next