Salvini ha consenso? Hitler in 5 anni passò da 800mila a 13 milioni e 700mila voti e la Repubblica di Weimar era una delle repubbliche più avanzate che si sono mai viste sulla faccia della Terra. Il popolo, chiamato a scegliere tra Gesù e Barabba, scelse Barabba. Non dimentichiamolo“. Sono le parole pronunciate ai microfoni di Radio Cusano Campus dall’economista Giuliano Cazzola sull’attuale crisi di governo.

E su Salvini rincara: “Di fronte a uno che invoca i pieni poteri, sono assolutamente convinto che siamo all’anticamera del fascismo. Salvini va fermato per questo. La partita in balo è salvare la democrazia in Italia. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita secondo la regola della Costituzione. Questo dice l’Articolo 1. Non è che dice: ‘appartiene al popolo, che lo demanda al primo venuto, perché faccia quello che gli pare’. Salvini dà fiato alla bocca, fa propaganda irresponsabile. Io personalmente mi auguro che il presidente della Repubblica – continua – riesca a mettere in campo un governo che faccia delle cose importanti per l’economia o che gestitsca lui l’ordinaria amministrazione. Siamo in una situazione gravissima: peraltro lo stesso Salvini si è accorto di aver fatto il passo più lungo della gamba, e adesso cerca di rimediare. Questa è roba da ridere. Il problema è che lui era sicuro di andare alle elezioni e questa sicurezza non ce l’ha più”.

Cazzola aggiunge: “Credo e mi auguro che vada avanti un inciucio, che si trovi un’altra maggioranza seppure incrociando i voti, perché non si può mettere l’economia a un pazzo. Salvini sostiene che ha tutte le soluzioni. Ma come trova i 23 miliardi dell’Iva? Poi la Flat-Tax per 11 come la fa? Sono tutte chiacchiere. E’ tutto precario. Affidato a un giocoliere che butta per aria da Milano Marittima delle palle, che fa delle affermazione fideistiche. Veramente siamo in mano a un avventuriero irresponsabile“.

Piccata la reazione del giuslavorista quando alcuni radioascoltatori definiscono “male assoluto” un eventuale governo tecnico: “E’ il male assoluto per gli sciocchi. L’ultimo governo tecnico che abbiamo avuto ha salvato l’Italia dalla bancarotta. Non è che si può pretendere nemmeno che un commissario straordinario prenda in mano un paese che ha quasi 600 punti di spread e che faccia chissà che cosa. Questi politici scappati di casa, cosa hanno fatto? La Lega è oggi il partito più vecchio d’Italia. E’ stata decenni al governo. Quale verginità può proporre? E’ stata in tutti i governi Berlusconi“.

Cazzola, infine, assolve parzialmente i 5 Stelle: “C’è un signore che dice “Fidatevi di me: voglio i pieni poteri per fare il bene del popolo”. Tenete presente che ha il 17% dei parlamentari italiani. Non è che può vendere i sondaggi. Non è che si può dire che quello che ha fatto con Di Maio fosse un governo del cambiamento, e che se il Pd facesse un accordo con il M5s sia un inciucio. Anche perché i 5 Stelle, per esempio, rispetto all’Europa, seppur opportunisticamente finché si vuole, hanno cambiato posizione. Sono cose che contano”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Crisi di governo, salta incontro Berlusconi-Salvini. Forza Italia dice no a listone unico con la Lega: rischio implosione

next
Articolo Successivo

Flavio Briatore annuncia la nascita di un altro partito, il suo: “Il Movimento del Fare”

next