Due presunti scafisti russi sono stati arrestati mentre fuggivano sulla strada statale 106 Jonica, accusati di essere responsabili dello sbarco clandestino di 42 migranti iraniani e iracheni a Roccella Jonica, in provincia di Reggio Calabria.

Sembra che la barca a vela, una 15 metri battente bandiera tedesca e presumibilmente rubata, provenisse dalla Turchia, da dove era partita una settimana fa. A bordo c’erano 32 uomini, 4 donne e 6 minori, per un totale di 42 persone. L’imbarcazione era riuscita a giungere a pochi metri dalla costa, dove si è incagliata e da lì è riuscita a sbarcare i passeggeri, confondendosi con il naviglio ormeggiato nella baia.

Ad accorgersi di quanto stava succedendo è stato un pescatore che, attorno alle 8 della mattina, ha dato l’allarme ai finanzieri della sezione operativa navale di Roccella Jonica, che hanno mandato una motovedetta in mare per recuperare l’imbarcazione ormai vuota, mentre alcune pattuglie sul territorio cercavano di recuperare i presunti scafisti, individuati poi mentre cercavano di fuggire a bordo di un jeep e li hanno arrestati.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Firenze, manomessa cabina Tav: “Rogo doloso”. Ritardi treni fino a 4 ore. Ferrovie: “Dalle 13.30 garantito 100% servizio tra Roma e Firenze”

prev
Articolo Successivo

Firenze, siti anarchici esultano per blocco treni: “Gesto d’amore e di rabbia”. Tre condannati per ferimento agente nel 2017

next