“Vergognati, vergognati!”. Così, un gruppo di leghisti, guidati dall’ex senatrice Angela Maraventano della Lega, ha accolto l’arresto di Carola Rackete, la comandante della nave Sea watch. Gli attivisti hanno gridato contro l’intero equipaggio definendoli ‘Scafisti’. Dalla banchina del porto sono partiti insulti sessisti all’indirizzo della capitana: “Spero ti violentino questi negri”

“Non li ho sentiti gli insulti sessisti contro la comandante Carola ma li condanno con fermezza. Non li voglio giustificare, magari hanno esagerato. Comunque vorrei sottolineare che quello che ha gridato non è iscritto alla Lega”. Lo ha detto all’Adnkronos Angela Maraventano, l’ex senatrice del Lega che la notte scorsa si trovava sul molo di Lampedusa. “Era un ragazzo lampedusano di passaggio – dice – lo conosco di vista, era ubriaco. Non penso pensasse le cose ha detto”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Sea Watch, Giuseppe Sala: “Situazione complessa. Ma qui si è andati oltre, disdicevole prendersela con 40 persone”

next