“Vergognati, vergognati!”. Così, un gruppo di leghisti, guidati dall’ex senatrice Angela Maraventano della Lega, ha accolto l’arresto di Carola Rackete, la comandante della nave Sea watch. Gli attivisti hanno gridato contro l’intero equipaggio definendoli ‘Scafisti’. Dalla banchina del porto sono partiti insulti sessisti all’indirizzo della capitana: “Spero ti violentino questi negri”

“Non li ho sentiti gli insulti sessisti contro la comandante Carola ma li condanno con fermezza. Non li voglio giustificare, magari hanno esagerato. Comunque vorrei sottolineare che quello che ha gridato non è iscritto alla Lega”. Lo ha detto all’Adnkronos Angela Maraventano, l’ex senatrice del Lega che la notte scorsa si trovava sul molo di Lampedusa. “Era un ragazzo lampedusano di passaggio – dice – lo conosco di vista, era ubriaco. Non penso pensasse le cose ha detto”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sea Watch, Landini: “Davanti a una legge sbagliata bisogna cambiare legge. Prima vengono le persone”

prev
Articolo Successivo

Sea Watch, Giuseppe Sala: “Situazione complessa. Ma qui si è andati oltre, disdicevole prendersela con 40 persone”

next