Alla riunione degli eletti M5s regionali, dopo la Lombardi, arriva anche Giancarlo Cancelleri accolto dagli auguri dei colleghi pentastellati nel giorno del suo compleanno: “L’anno scorso facevo il compleanno e nasceva il governo e un anno dopo cade” dice loro ridendo. “Era una battuta – poi precisa Cancelleri – questo non cadrà perché ha una grande popolarità tra le persone”. Per Cancelleri il Movimento “deve crescere per cambiare, strutturando un livello sul territorio e propone un ‘modello Sicilia’ da applicare a tutte le regioni d’Italia, come struttura di supporto a Luigi Di Maio”.

Intanto tiene banco anche la vicenda dei rapporti di forza all’interno del governo tra M5s e Lega: “Se le proposte di Salvini sono fuori dal ‘contratto di governo’ – spiega Cancelleri – per me non se ne discute neanche, però se la vedrà Di Maio, ma non dobbiamo stare al governo a tutti i costi, dobbiamo starci al costo dei patti che abbiamo sottoscritto”. Salvini però dice che né lui né il Paese ha più tempo da perdere: “E se allora non c’è più tempo da perdere Salvini poteva evitare di presentare emendamenti lo ‘Sblocca cantieri’ ed il codice degli appalti su cui sono contrario – e conclude – se non dobbiamo perdere tempo, allora Salvini non perda tempo neanche lui a fare i giochetti dove va in tv a dire che non vuole i ministeri e poi nelle Aule parlamentari blocchi tutti i lavori”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Conte: “Economia non arranca, siamo fuori da recessione. Visco? Impegno a crescita rispettando la finanza pubblica”

prev
Articolo Successivo

Certosa di Trisulti, il ministero la toglie all’associazione vicina a Steve Bannon: voleva usarla per la scuola di sovranismo

next