Barriera di  è uno storico quartiere popolare della periferia nord di Torino, crocevia dell’immigrazione di ieri dal sud e di oggi da tutti i paesi del mondo. Qui per la prima volta la Lega ha preso il 37% alle Europee contro il 16% del Movimento 5 Stelle. Un rapporto di forza totalmente ribaltato rispetto alle amministrative del 2016 che avevano visto la vittoria della Appendino.

“Il Movimento 5 stelle hanno tradito in questi anni quello che avevano detto in campagna elettorale” racconta Vincenzo, che lavora da anni al mercato di Piazza Cerignola, chiamata così per la presenza di tanti immigrati dalla Puglia nel Dopo Guerra. Oggi però sono proprio loro ad avere votato in massa Salvini e la Lega: “È l’unico che prova a salvaguardare gli interessi di noi italiani”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Parlamento Ue, ecco gli italiani: rieletti e new entry, prof no Euro e il gestore del Papeete. Fino a cambiacasacca e indagati

next
Articolo Successivo

Flat tax, Salvini: “Pronta proposta da 30 miliardi di euro. Governo? Nessun ultimatum a Di Maio, ma no polemiche”

next