Pamela Prati e la sua agente Eliana Michelazzo dicono che sotto casa avrebbero tirato loro dell’acido“. La questione del matrimonio dell’ex star del Bagaglino con l’ormai fantomatico fidanzato Mark Caltagirone continua a tenere banco ed è stata protagonista anche dell’ultima puntata di Storie Italiane dove la criminologa Roberta Bruzzone ha commentato l’ultima novità sul caso, ovvero l’attacco con l’acido denunciato dalla Prati e dalla sua manager Eliana Michelazzo a Verissimo e su Instagram. “È la prima volta che sento parlare di una presunta minaccia con l’acido recapitata con queste modalità. Considerata l’epoca in cui viviamo, visti i danni tremendi che hanno patito le vittime di queste aggressioni, vorrei ricordare a tutti che esiste anche il reato di simulazione di reato, per cui attenzione a non alzare un po’ troppo la posta” ha detto la criminologa, riferendosi a quanto raccontato dalla Prati e dalla sua agente.

“Francamente questa modalità di minaccia che avrebbe raggiunto la signora Prati a me suscita diverse perplessità – ha aggiunto la Bruzzone -. Non credo che la vicenda mediatica possa portare qualcuno a fare qualcosa del genere. Mi auguro che la procura indaghi seriamente su questo aspetto perché, se dovesse emergere che questa minaccia non è mai realmente avvenuta, credo che la questione potrebbe prendere una piega decisamente diversa rispetto a quella mediatica. Non si gioca con questa roba”.

Quando i presenti in studio le fanno notare che sarebbe gravissimo fingere un’aggressione fino a coinvolgere le autorità competenti, la Bruzzone aggiunge: “Mi auguro di no ma la situazione puzza un po’ troppo. C’è gente che ha inventato di tutto per poi pagarne le conseguenze davanti a un giudice. Se questa cosa non fosse realmente accaduta, sarebbe di una gravità inaudita”. “Su queste cose non si scherza perché sono cose molto delicate”, è intervenuta la conduttrice Eleonora Daniele. “Se fosse tutto vero, mi auguro che sia stata fatta una denuncia e che la procura indaghi”, ha concluso la padrona di casa.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

A Verona arriva Polunin, ballerino contestato: “E’ omofobo e razzista”. Gli organizzatori: “E’ qui per un grande evento”

prev
Articolo Successivo

Grande Fratello, lite in diretta tra Francesca De André e Mila Suarez: “Zitta, te la tappo con le banane la bocca”

next