Francesco Polacchi, editore di Altaforte, la casa editrice vicina a Casapound, si è presentato ai cancelli del Salone del Libro di Torino dopo che il suo stand è stato smontato e la sua presenza cancellata tra gli espositori della fiera. “È un attacco al ministro dell’Interno, Matteo Salvini” ha dichiarato. “Questa è una censura e io sono stato denunciato per un reato d’opinione. Fascista? Non rispondo più a questa domanda”, si è difeso Polacchi, che aveva dichiarato pubblicamente di essere fascista.