Sebastiano TusaArcheologo e assessore ai Beni culturali della Sicilia, era diretto a Malindi per una conferenza internazionale promossa dall’Unesco con la partecipazione di archeologi provenienti da tutto il mondo. Tusa, che era già andato in Kenya lo scorso Natale insieme con la moglie, Valeria Patrizia Livigni, era stato chiamato per la sua grande competenza nel settore dell’archeologia marina. Nato a Palermo il 2 agosto 1952, Tusa è stato il primo ‘Soprintendente del Mare’ in Sicilia e dall’11 aprile scorso era assessore ai Beni Culturali della Regione. Tusa era anche professore di Paletnologia all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Figlio d’arte (il padre Vincenzo è stato un archeologo di fama mondiale) l’assessore siciliano ha organizzato missioni archeologiche in Italia, Pakistan, Iran e Iraq. Nel 2005 ha guidato gli scavi di Mozia.

 

INDIETRO

Etiopia. L’archeologo, il medico, il contabile, l’infermiera: ecco chi sono le vittime italiane dell’incidente aereo

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La storia di Jackson, un acrobata nel Sahel

next
Articolo Successivo

Aereo caduto ad Addis Abeba: stop a 737 Max 8 da Etiopia, Indonesia e Cina. Titolo Boeing crolla a Wall Street

next