“Io mi curo per vivere a lungo, perché devo veder morire qualcheduno dei miei nemici”. Parola del generale Mario Mori, 79 anni, invitato nei giorni scorsi a parlare di legalità con gli studenti dell’istituto comprensivo di Serino, un piccolo centro in provincia di Avellino. Conversando con i giornalisti alla fine del suo intervento (nel video concesso da Irpinia News), Mori ha spiegato di accettare “il giudizio di una corte” e di accettare anche “che un pubblico ministero svolga pienamente il suo compito, anche se è contro di me”. “Quello che non accetto – ha continuato – da un funzionario dello Stato è che, dopo il giudizio, continui a parlare di questo argomento, perché diventa qualcosa di personale. L’amarezza è tanta, ma io sono anche molto reattivo”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Mafie in Europa, un export italiano che continua a tirare

prev
Articolo Successivo

Banda Magliana, confiscati beni per 25 milioni di euro a Ernesto Diotallevi: anche casa di 14 stanze vista Fontana di Trevi

next