“Io mi curo per vivere a lungo, perché devo veder morire qualcheduno dei miei nemici”. Parola del generale Mario Mori, 79 anni, invitato nei giorni scorsi a parlare di legalità con gli studenti dell’istituto comprensivo di Serino, un piccolo centro in provincia di Avellino. Conversando con i giornalisti alla fine del suo intervento (nel video concesso da Irpinia News), Mori ha spiegato di accettare “il giudizio di una corte” e di accettare anche “che un pubblico ministero svolga pienamente il suo compito, anche se è contro di me”. “Quello che non accetto – ha continuato – da un funzionario dello Stato è che, dopo il giudizio, continui a parlare di questo argomento, perché diventa qualcosa di personale. L’amarezza è tanta, ma io sono anche molto reattivo”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mafie in Europa, un export italiano che continua a tirare

next
Articolo Successivo

Banda Magliana, confiscati beni per 25 milioni di euro a Ernesto Diotallevi: anche casa di 14 stanze vista Fontana di Trevi

next