Il Movimento No Tap, per bocca del suo portavoce, Gianluca Maggiore, ha chiesto attraverso un videomessaggio pubblicato su Facebook “uno scatto d’orgoglio ai vertici del movimento” sulla vicenda della realizzazione del gasdotto. “Vogliamo vedere i documenti, vogliamo vedere se queste penali esistono davvero”. Proprio ieri il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, aveva scritto ai sindaci pugliesi che l’opera si deve fare.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Roma dice basta”: tra rifiuti, buche e l’ipotesi di un rimpastone di giunta, Raggi aspetta la sentenza per falso

next
Articolo Successivo

Tap, tre parlamentari M5s invocano passo indietro. I No Tap chiedono le dimissioni. Di Maio: “Ci sono penali da 20 miliardi”

next