La Dark Polo Gang a maggio ha perso Dark Side, storico membro del gruppo, che per motivi personali ha deciso di lasciare il collettivo per intraprendere la carriera da solista. Ora non resta che sintonizzarsi ogni giovedì su Strafcator per seguire le vicende della “Gang”. Una scelta per certi versi azzardata, ma in linea con lo stile del programma. Sicuramente una vetrina di primo piano per i tre ragazzi romani che potranno continuare a crescere e soprattutto allargare il proprio bacino di ascoltatori. Le incognite sono tante. Per la Dark Polo è la prima vera sfida in televisione. Riusciranno a vincere lo scetticismo iniziale e portare tutta la loro esuberanza? Il pubblico li insulterà o capirà il “loro linguaggio alieno” come amano ripetere nelle interviste? C’è solo un modo per scoprirlo. Seguirli ogni giovedì dopo X Factor. La sfida è appena iniziata.

INDIETRO

X Factor 2018, la Dark Polo Gang a Strafactor (insieme a Elio e Pupo): ecco chi sono i membri del gruppo trap

Articolo Precedente

Management, il nuovo brano ‘Kate Moss’ fa venire in mente un episodio di Black Mirror

next
Articolo Successivo

Thom Yorke, il cantante dei Radiohead compie 50 anni. Ma non ha ancora finito di sperimentare

next