“Credi che l’utopia sia qualcosa di impossibile?”, così Igor Mattei e Marina Biondi presentano la quinta edizione del Festival Adarte, in scena a Calcata dal 31 agosto al 2 settembre 2018. Anche quest’anno, come nella precedente edizione, spettacoli teatrali e proiezioni cinematografiche troveranno ospitalità nelle piazze e nei vicoli del centro storico della cittadina in provincia di Viterbo che, per l’occasione, diventerà un vero e proprio teatro a cielo aperto.

Per il quinto compleanno del festival è dedicato “a tutti i ‘sognatori-naviganti’ del teatro e del cinema made in Italy – agli artisti e agli operatori culturali che hanno creduto nel nostro progetto, che ci hanno sostenuti in questi cinque anni, difficilissimi e meravigliosi, di autoproduzione controcorrente” scrive Mattei. Non solo teatro e cinema: quest’anno Adarte sarà un vero e proprio laboratorio di cultura con anche musica, incontri , danza e arte circense.

“Tutti giù dal palco”, la programmazione dedicata alle rappresentazioni teatrali, in questa edizione del festival vedrà la presenza di attori e artisti teatrali recitare simultaneamente, anche alla luce naturale e in forma itinerante, nelle tante piazze e piazzette del borgo con un ravvicinatissimo e speciale contatto con il pubblico. Accanto alle numerose compagnie che parteciperanno, anche diversi artisti: Mita Medici, lo scrittore Antonio Manzini(che presenterà un suo racconto inedito), Graziano Piazza Viola Graziosi, Elena Croce, Stegano Gragnani, Marzia Ercolani, Alessio Pizzech, G e Laura Lattuada, per citarne alcuni. Per il secondo anno consecutivo, torna Giorgio Flamini con la sua compagnia Sine Nomine.

Prevista anche una folta rassegna cinematografica – “Fuori dagli sche(r)mi” – che presenterà una selezione di lungometraggi di autori emergenti(opere prime e seconde) e indipendenti, provenienti da tutta Italia (anche coproduzioni con altri paesi). In programma tre proiezioni al giorno, con l ‘assegnazione del premio per il miglior film – domenica 2 settembre alle 21 –  scelto direttamente dal pubblico, con una votazione al termine di ogni proiezione. Confermata la presenza del regista Cosimo Gomez -con l’attrice Rosa Canova– con il film “Brutti e cattivi” (nomination David di Donatello 2018, miglior film esordiente e nastro d’argento 2018, miglior commedia).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Freaks, i fenomeni da baraccone di Leslie Fiedler

next
Articolo Successivo

Fulvio Cinti, è morto un maestro del design. Se ne è andato un amico

next