“Credi che l’utopia sia qualcosa di impossibile?”, così Igor Mattei e Marina Biondi presentano la quinta edizione del Festival Adarte, in scena a Calcata dal 31 agosto al 2 settembre 2018. Anche quest’anno, come nella precedente edizione, spettacoli teatrali e proiezioni cinematografiche troveranno ospitalità nelle piazze e nei vicoli del centro storico della cittadina in provincia di Viterbo che, per l’occasione, diventerà un vero e proprio teatro a cielo aperto.

Per il quinto compleanno del festival è dedicato “a tutti i ‘sognatori-naviganti’ del teatro e del cinema made in Italy – agli artisti e agli operatori culturali che hanno creduto nel nostro progetto, che ci hanno sostenuti in questi cinque anni, difficilissimi e meravigliosi, di autoproduzione controcorrente” scrive Mattei. Non solo teatro e cinema: quest’anno Adarte sarà un vero e proprio laboratorio di cultura con anche musica, incontri , danza e arte circense.

“Tutti giù dal palco”, la programmazione dedicata alle rappresentazioni teatrali, in questa edizione del festival vedrà la presenza di attori e artisti teatrali recitare simultaneamente, anche alla luce naturale e in forma itinerante, nelle tante piazze e piazzette del borgo con un ravvicinatissimo e speciale contatto con il pubblico. Accanto alle numerose compagnie che parteciperanno, anche diversi artisti: Mita Medici, lo scrittore Antonio Manzini(che presenterà un suo racconto inedito), Graziano Piazza Viola Graziosi, Elena Croce, Stegano Gragnani, Marzia Ercolani, Alessio Pizzech, G e Laura Lattuada, per citarne alcuni. Per il secondo anno consecutivo, torna Giorgio Flamini con la sua compagnia Sine Nomine.

Prevista anche una folta rassegna cinematografica – “Fuori dagli sche(r)mi” – che presenterà una selezione di lungometraggi di autori emergenti(opere prime e seconde) e indipendenti, provenienti da tutta Italia (anche coproduzioni con altri paesi). In programma tre proiezioni al giorno, con l ‘assegnazione del premio per il miglior film – domenica 2 settembre alle 21 –  scelto direttamente dal pubblico, con una votazione al termine di ogni proiezione. Confermata la presenza del regista Cosimo Gomez -con l’attrice Rosa Canova– con il film “Brutti e cattivi” (nomination David di Donatello 2018, miglior film esordiente e nastro d’argento 2018, miglior commedia).

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Freaks, i fenomeni da baraccone di Leslie Fiedler

prev
Articolo Successivo

Fulvio Cinti, è morto un maestro del design. Se ne è andato un amico

next