Andrea Scanzi si aggiudica con “Renzusconi il Premio letterario Montefiore 2018, nella categoria principale, “Opere edite”. La consegna sarà il prossimo 30 settembre nella cornice di Montefiore Conca, splendido borgo storico in provincia di Rimini. Si tratta dell’ottava edizione del premio che ha come obiettivi sia quello di promuovere nuovi talenti della letteratura italiana ed estera, sia quello di tributare il giusto riconoscimento agli autori già affermati e meritevoli.

Andrea Scanzi, firma del Fatto Quotidiano, conduttore televisivo e scrittore aretino, nonché autore e interprete teatrale, ha vinto il premio per il suo pamphlet politico Renzusconi, edito da Paper First e uscito a fine 2017. Il libro, un grande successo a lungo in classifica, è divenuto tra gennaio e marzo 2018 anche un fortunatissimo spettacolo teatrale in grado di ottenere sold out in tutta Italia. A giugno ha vinto anche il Premio Casentino 2018. I partecipanti al Premio Internazionale Montefiore erano più di 900 e Scanzi ha vinto ex aequo con Marco Tullio Barboni, autore del libro “…E lo chiamerai destino”, pubblicato da Kappa Editore.

Il premio romagnolo si aggiunge ai tanti già messi in bacheca nel 2018 da Scanzi: andando a ritroso, il premio Bruno Lauzi “Penna d’autore” ritirato alla fine di luglio ad Anacapri, il premio Angelo Perla di metà luglio a Monterchi, il Pegaso della Regione Toscana consegnato ad Arezzo, il Premio Casentino dello scorso giugno a Poppi, il Nicosia Etna Wine Fest Awards di Trecastagni (Catania) per i libri dedicati al vino (“Elogio dell’invecchiamento” e “Il vino degli altri”), il premio Oliviero Beha nell’ambito del Festival Fege di Castrolibero e il premio Pietro l’Aretino di Arezzo.

Scanzi ha commentato così il premio: “Renzusconi è davvero andato oltre ogni speranza e aspettativa. Ricordo molto bene i continui tutto esaurito a teatro e l’affetto incredibile delle persone, i firmacopie chilometrici e quel senso di avere intercettato un pensiero condiviso da tanti italiani. E’ stata un’esperienza incredibile, che a distanza di quasi un anno non smette di riservare sorprese e soddisfazioni. E’ un premio che condivido con Il Fatto Quotidiano, la casa editrice Paper First e la splendida squadra di cui mi onoro di far parte”.