Bagarre nell’aula del Senato sull’Airbus di Stato preso in leasing dal governo Renzi e il cui contratto l’attuale esecutivo ha deciso di rescindere. A scatenare la protesta sono state le dichiarazioni del vicepremier Luigi Di Maio, che rispondendo a una domanda nel corso del question time ha detto che l’apparecchio è “stato preso per soddisfare esigenze puramente narcisistiche, uno spreco multimilionario ai danni dei cittadini italiani”. Molto vibranti le proteste da parte dei banchi della sinistra, da cui sono arrivate grida all’indirizzo di Di Maio come “buffone” e poi “bugiardo“. La presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati ha minacciato di espellere i senatori e di interrompere la diretta tv.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

La sinistra maciullata osserva il trionfo di Salvini e il logoramento cinquestelle

prev
Articolo Successivo

Governo, Gasparri: “Mai visti tanti somari e incapaci come nel M5s. Dobbiamo cacciarli”. E Portas (Pd) concorda più volte

next