Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, nel corso della visita alla tendopoli di San Ferdinando a Reggio Calabria, è entrato in una delle tende allestite per l’ospitalità dei migranti. Ha potuto vedere le condizioni in cui vivono, stipati in 15 su pochi letti: “Chiedo a chi mi dice di riaprire i porti di venire qui. Ringrazio quanti hanno lavorato in questi anni all’accoglienza: dai volontari agli uomini delle forze dell’ordine, a questori e prefetti. Qui, però, non si può né lavorare, né vivere”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Boldrini: “Odiatori in rete? Li ho chiamati per telefono. Hanno fatto rispondere madre o moglie per scusarsi”

next
Articolo Successivo

Milano, blitz delle forze dell’ordine tra i migranti accampati a Porta Venezia. Scambio di accuse tra Pd e centrodestra

next