Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, nel corso della visita alla tendopoli di San Ferdinando a Reggio Calabria, è entrato in una delle tende allestite per l’ospitalità dei migranti. Ha potuto vedere le condizioni in cui vivono, stipati in 15 su pochi letti: “Chiedo a chi mi dice di riaprire i porti di venire qui. Ringrazio quanti hanno lavorato in questi anni all’accoglienza: dai volontari agli uomini delle forze dell’ordine, a questori e prefetti. Qui, però, non si può né lavorare, né vivere”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Boldrini: “Odiatori in rete? Li ho chiamati per telefono. Hanno fatto rispondere madre o moglie per scusarsi”

prev
Articolo Successivo

Milano, blitz delle forze dell’ordine tra i migranti accampati a Porta Venezia. Scambio di accuse tra Pd e centrodestra

next