Fuori per colpa dei cartellini gialli: così il Senegal saluta i Mondiali di Russia 2018. Un gol di testa di Yerry Mina basta alla Colombia per battere la Nazionale africana e guadagnarsi la qualificazione da prima del girone H, complice la vittoria della Polonia sul Giappone. La squadra di Nishino chiude con gli stessi punti (4) e la stessa differenza reti del Senegal, ma passa il turno da seconda grazie al minor numero di cartellini, due in meno. Una vera beffa per Koulibaly e compagni, imbattuti nelle prime due gare, e una catastrofe per il calcio africano che perde la sua quinta rappresentante, dopo Egitto, Marocco, Nigeria e Tunisia.

Il successo della Colombia arriva dopo la sconfitta all’esordio col Giappone in dieci per quasi tutta la partita e l’infortunio che oggi, nella sfida decisiva, ha tolto di mezzo subito James Rodriguez. Il ct Pekerman sceglie una formazione a trazione anteriore per esorcizzare anche la sfortuna. Allo stesso modo risponde il Senegal, ma la gara rimane a lungo bloccata. A parte una punizione di Quintero in avvia, sono in realtà gli africani a trovare con maggiore continuità qualche soluzione offensiva, senza però mai concretizzare.

Paradossalmente, la partita si sblocca quando da Volvograd arriva la notizia del vantaggio della Polonia sul Giappone. A quel punto un pareggio qualificherebbe entrambe le squadre, ma il Senegal si distrae – complice il ct Cissè che lascia passare 3 minuti per sostituire l’infortunato Sabaly con Wegue –  e la Colombia passa con un colpo di testa da calcio d’angolo. Parte l’assedio africano alla ricerca del pari ma contro il muro sudamericano è tutto inutile. Passano la Colombia e il Giappone, perdente contro la già eliminata Polonia ma salvata dalla regola del Fair Play che vale come ultimo criterio prima del sorteggio in caso di arrivo a pari punti. Le due Nazionali incontreranno Inghilterra e Belgio: gli accoppiamenti dipenderanno dall’esito dello scontro diretto di questa sera. Un’altra gara in cui i cartellini potrebbe risultare più decisivi dei gol.

Diventa sostenitore,
fai parte della redazione.
Abbiamo bisogno di te.

I nostri Sostenitori partecipano alle riunioni di redazione in diretta streaming, suggeriscono spunti e notizie, navigano il sito senza pubblicità, consultano gratuitamente l’archivio del giornale. Potranno inoltre accedere al numero di aprile di Fq Millennium e a Loft, la nostra piattaforma Tv, per 3 mesi. Hanno un blog dedicato per pubblicare le loro analisi. Insomma sono fondamentali per la nostra comunità. E in questo periodo di crisi lo sono anche per coprire economicamente parte del lavoro della nostra redazione. Diventa anche tu Sostenitore. Clicca qui Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Russia 2018, le palle di Putin / A ciascuno la sua Corea, il suo ct e i propri scheletri nell’armadio

next
Articolo Successivo

Mondiali Russia 2018, gli accoppiamenti agli ottavi: si parte da Francia-Argentina. Scherzi del tabellone: in alto tutte le big

next