Le suggestive immagini della serata finale all’Arco della Pace di OnDance, la festa della danza voluta e ideata da Roberto Bolle, che ha fatto ballare Milano dall’11 al 17 di giugno con eventi e iniziative disseminate in tutta la città. Le oltre 5mile persone che hanno partecipato ieri sera all’evento hanno potuto ballare insieme a Roberto Bolle, accompagnato sul palco dai ballerini dei workshop e dagli street dancer di Red Bull Dance Your Style, grazie al tutorial della coreografia diffuso tramite il web nei giorni precedenti. Un grande flash mob che ha avuto alla conduzione – accanto a Bolle – Linus e Diego Passoni di Radio Deejay e che segna l’ultimo tassello di un successo strepitoso per questa prima edizione: si calcola che OnDance abbia coinvolto attivamente più di 30mila persone, inoltre, tutte le iniziative e i suoi spettacoli hanno segnato un entusiastico sold out con file lunghissime di persone. Numeri entusiasmanti per un appuntamento che tutti, dal pubblico alle istituzioni, sperano diventi fisso nel calendario milanese: “Una soddisfazione incredibile – commenta Roberto Bolle – Volevamo portare la danza alle persone e invece le persone sono venute spontaneamente da noi con un entusiasmo che credo non dimenticherò mai. Ringrazio davvero tutti quelli che hanno reso possibile questo risultato meraviglioso, ancora una grande vittoria per la danza che ha dimostrato la sua forza e la potenza con cui sa andare dritta al cuore delle persone”

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Il museo Italia. Siamo primi al mondo per patrimonio ma sappiamo valorizzarlo? / I

next
Articolo Successivo

Festival delle Letterature Massenzio, il 19 giugno il premio Bancarella Marcello Simoni legge un inedito

next