riders? Sono “il simbolo di una generazione abbandonata, ora per loro va trovata una soluzione che passi per diritti e salario minimo garantito“. Così Luigi Di Maio, neo ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, al termine del primo incontro ufficiale dopo l’insediamento al dicastero di via Veneto. “Ci sono ragazzi che a volte con un lavoro a cottimo girano le città in bici e per pochi euro al giorno portano pietanze a casa nostra”, ha rivendicato Di Maio, sottolineando come “a volte queste persone hanno una assicurazione minima o non ce l’hanno affatto, hanno stipendi da pochi euro all’ora, due tre euro all’ora a volte, non hanno un contratto”.
Le associazioni di riders che hanno incontrato Di Maio hanno così richiesto di aprire un tavolo di concertazione tra governo, lavoratori e aziende: un nuovo incontro sarà previsto così la prossima settimana. “Un primo passo, ma vogliamo ridare dignità”, ha rivendicato Di Maio, senza però rispondere alle domande dei cronisti. Compreso il nodo dell’eventuale reintroduzione dell’articolo 18, inserito nel programma elettorale dei 5 Stelle, ma non nel contratto di governo con la Lega, al di là delle rivendicazioni del capo politico di voler rivedere il Jobs Act di Matteo Renzi.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Elon Musk e l’impresa come visione. Ciò che manca oggi all’industria italiana

next
Articolo Successivo

Foodora e i rider a colloquio con Di Maio, chiariamo alcune questioni giuridiche

next