L’albero più vecchio d’Europa è “Italus“, un pino loricato di 1.230 anni che sorge nel Parco Nazionale del Pollino, area protetta suddivisa tra le province di Cosenza, Potenza e Matera. A stabilirne l’età è stato un team di ricercatori che hanno pubblicato il loro lavoro sulla rivista “Ecology, Ecological Society of America“. “La ricerca – riferisce un comunicato del Parco nazionale del Pollino – è stata condotta con un metodo innovativo, che combina la dendrocronologia e la datazione al radiocarbonio di campioni di tronchi e radici”.

“Negli ultimi 5 anni il Parco Nazionale del Pollino – ha detto il presidente dell’area protetta, Domenico Pappaterra – ha condotto, nell’ambito della Direttiva Biodiversità del Ministero dell’Ambiente, una serie di studi sul Pino loricato per migliorare la conoscenza di questa specie. Una ricerca che ha riguardato tre argomenti principali: lo studio dell’areale, la genetica di popolazione e la dendrocronologia”.

Il Pino loricato, si legge sul sito del Parco, “vive in Europa nella penisola Balcanica e in Italia in maniera naturale esclusivamente in quella parte dell’Appennino Calabro-Lucano rientrante nel perimetro del Parco Nazionale del Pollino, con popolamenti localizzati sui gruppi montuosi.” Per questa unicità, oltre che per la sua bellezza, il pino loricato è stato scelto come emblema del Parco.