“La discussione sul contratto di governo prosegue con molti punti in comune: domani continueremo perché non si parla di un accordo qualunque ma di un contratto che riguarda gli italiani. Non abbiamo fatto nomi, non so ancora quando concluderemo i lavori”. Così Luigi Di Maio al termine del primo incontro a Palazzo Pirelli con l’entourage della Lega per il contratto di governo. Il leader dei Cinquestelle si è poi allontanato fra una vera e propria ressa caratterizzata da urla e spintoni fra giornalisti e alcuni contestatori dei centri sociali.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Sgarbi: “Accordo Lega-M5s è una cagata senza senso”. Poi il giudizio senza appello su Di Maio

next
Articolo Successivo

Governo, finito vertice Salvini-Di Maio: “Intesa su progamma quasi raggiunta”. Poi chiamano il Colle: “Pronti a riferire”

next