L’appello al Pd di Luigi Di Maio? Da lui soltanto titoli, non ha proposte”. Così Matteo Richetti, portavoce Pd, a margine dell’iniziativa “Harambee” all’Acquario Romano. “Premesso che il termine ‘guerra’ in politica non si usa, gli accordi si fanno sulle proposte. Se qualcuno è in grado di dire tre proposte che vuole realizzare, vi pago il caffè a tutti. Anticorruzione, lotta alla povertà e taglio agli sprechi? Sono titoli. Lui ha cominciato a dire ‘sì” ai vaccini, all”Europa e all’euro, realtà dei governi Renzi e Gentiloni. Quindi o ci prende per dei titolisti o non ha proposte. A me degli appelli a vuoto interessa poco”, ha concluso Richetti