Un “Filo Rosso” (anche la macchina è grigia…) collegato al futuro di Hyundai, tanto a livello stilistico che tecnologico: un mix che, secondo la casa coreana, consta di un rapporto quasi matematico fra proporzione, architettura, stile e tecnologia. O, per “leggerla” da punto di vista del design, si parla di interasse lungo, sbalzi ridotti, cofano generoso e coda quasi da fastback. All’interno sono premiate sportività ed ergonomia, mentre il sistema infotelematico si affida a un display flottante. “Le Fil Rouge è una reinterpretazione del DNA di design del brand, nato con l’iconica Hyundai Coupe Concept del 1974. Basandoci sulla nostra storia di design distintivo e carattere sportivo, apriamo una nuova era per il design Hyundai”, spiega Luc Donckerwolke, Executive Vice President e a capo del Design Center Hyundai.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Guida autonoma, consentiti i test su strada alle self driving car anche in Italia

next
Articolo Successivo

Il Maggiolino Volkswagen va in pensione, al suo posto si produrrà un’elettrica

next