Annalisa 5.5

È bella. È brava (anche se ieri si è incartata sui sussurrati). Non ha una canzone che spacchi. Un dettaglio? Lo decideranno le radio.

Ron 6.5

Non è “Futura”, ma uno scarto di Dalla vale comunque oro. Lucio, che sognava le rondini, qui rimpiangeva di non essere un piccione, alla faccia di Povia. Ron la esegue con grazia e rispetto, evitando la facile commozione per il trapassato.

Sanremo 2018, le pagelle di Stefano Mannucci: Facchinetti strilla agonizzante, Biondi ha sbagliato locale

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanremo 2018, sei un fanatico del festival? Mettiti alla prova con il trivial

next
Articolo Successivo

Sanremo 2018, la scaletta della seconda serata: i cantanti, gli ospiti e il punto sul “caso Meta-Moro”

next