È stato trasferito in carcere Luca Traini, il 28enne che ieri ha tentato di fare una strage di immigrati a Macerata, ferendone sei. L’uomo è stato trasferito verso l’una di notte dalla caserma dei Carabinieri al penitenziario di Montacuto, lo stesso dov’è rinchiuso Innocent Oseghale, il nigeriano presunto assassino di Pamela Mastropietro, il cui cadavere fatto a pezzi era stato rinvenuto mercoledì scorso in due trolley

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Macerata, il momento dell’agguato di Traini al bar H7: la scena della sparatoria ripresa dalla videosorveglianza

prev
Articolo Successivo

L’infame pochezza dei ‘ma’ di Salvini e Lombardi a giustificazione della violenza

next