Luigi Di Maio? Non lo chiamerei a casa nemmeno per sturarmi il lavandino“. E’ il corrosivo attacco che il deputato di Forza Italia, Maurizio Gasparri, pronuncia nei confronti del candidato pentastellato presidente del Consiglio, nel corso di Ecg Regione (Radio Cusano Campus). “Gli idraulici sono persone che devono avere una certa competenza” – rincara – “Di Maio potrebbe al massimo porgere a un idraulico la cassetta degli attrezzi, cioè l’assistente che porge la chiave a pappagallo. Ma forse neanche questo, perché non distinguerebbe un attrezzo dall’altro. Alle elezioni siciliane è stato premiato Nello Musumeci, una persona di specchiata onestà, di grande passione civile, di grande competenza, l’opposto dell’improvvisazione e dell’ignoranza politica che rappresentano il M5S. E’ stata scelta la governabilità seria contro una occupazione scolastica permanente di studenti fuori corso e di disoccupati alla caccia di un seggio e di qualche prebenda“. Gasparri dà scudisciate sparse a diversi politici del M5S, da Giancarlo Cancelleri a Chiara Appendino. Poi si esprime sul mancato confronto tra Renzi e Di Maio: “Sono qui che piango, non so che fare. E che faccio io stasera, mannaggia la miseria? Per favore, non fatemi parlare dell’assistente dell’idraulico, con tutto il rispetto per gli idraulici. Vedo però che Fabio Fazio, in un programma disastroso, nella catastrofe di Rai Uno che, con lo stesso Fazio e le sorelle Parodi precipitano negli ascolti, deve correre ai ripari, ospitando domenica prossima Di Maio. Quindi” – chiosa – “Fazio fa un programma fallimentare, che viola la par condicio, che diventa un marchettificio a beneficio dei grillini. Forse prende Di Maio come spalla di Nino Frassica, ma Frassica è meglio. Di Maio anche in quel caso potrebbe reggere al massimo la cassetta degli attrezzi”