Sono lontani i tempi in cui agli incontri delle feste dell’Unità si faceva fatica a trovare una sedia libera. Anzi, lontanissimi a giudicare dalle immagini che arrivano dalla Festa provinciale di Modena di Ponte Alto. Le hanno girate i cronisti del quotidiano locale La Pressa Modenese (il video integrale è visibile anche sul loro canale Youtube a questo link) nella serata di venerdì 25 agosto. L’appuntamento, in programma alle 21, doveva essere un’intervista al ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Giuliano Poletti. Nonostante l’ex presidente di Legacoop giocasse in casa nella sua Emilia, l’accoglienza non è stata delle più calorose. Dopo il tradizionale saluto dei volontari delle cucine, Poletti è salito sul palco. Ma in platea c’erano più sedie vuote che ascoltatori (in tutto circa trenta persone, inclusi giornalisti, dirigenti di partito e componenti dello staff della Festa).

Le immagini sono state concesse dalla redazione di La Pressa Modenese.

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, Gentiloni dopo il vertice di Parigi: “Raggiunti primi risultati, ma l’impegno deve essere europeo e di tutti”

next
Articolo Successivo

Reddito di inclusione, c’è l’ok definitivo al decreto: in arrivo il sussidio di Stato per 400mila famiglie

next