Vittorio Sgarbi è stato contestato da alcuni cittadini di Francavilla, in provincia di Chieti, durante le operazioni di demolizione dello storico palazzo Sirena. Sgarbi già nei giorni scorsi si era scagliato, attraverso alcune video postato su Facebook, contro il sindaco Antonio Luciani, reo a suo dire di aver ordinato la distruzione di un’opera “simbolo della ricostruzione”. Così il 24 agosto si è recato nella cittadina per vedere di persona i lavori, ma è stato attaccato da un gruppo di cittadini sostenitori del primo cittadino. “Tornatene a casa, fallito” gli hanno urlato alcuni.

 

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Abruzzo, “task force anti-seguaci del Maligno”. Unione Satanisti protesta: “Questa è discriminazione religiosa”

next
Articolo Successivo

Pistoia, portò migranti in piscina: dopo minacce di Forza Nuova vescovo invia il Vicario: dirà messa con don Biancalani

next