Hanno manifestato sotto una pioggia che non ha dato tregua, partendo da Bussoleno, in Val di Susa, in direzione San Didero. Un corteo contro “grandi opere inutili e costose“, a cui hanno partecipato migliaia di persone da tutta Italia. Attivisti No Tav insieme ai sindaci dei paesi della Bassa Valle di Susa e il vicesindaco di Torino, Guido Montanari, presente con la fascia tricolore. Ma anche le “mamme della Terra dei fuochi” della Campania e militanti No Tap del Salento. “C’eravamo, ci siamo e ci saremo sempre per difendere il futuro di questa valle e di tutta l’Italia”. Presente anche Alberto Perino, storico esponente No Tav e pacifista: “Ci spostiamo a Bussoleno e a San Didero perché qui stanno mandando agli abitanti le lettere per chiedere di vedere i terreni. Noi speriamo che la gente capisca che è una truffa e che non lo faccia”.

 

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, “tutti corresponsabili. Maroni da ministro diede 65mila permessi di soggiorno ai tunisini diretti in Francia”

next
Articolo Successivo

Migranti, ong Moas: “Rispetto per organizzazioni umanitarie. Personale attaccato con messaggi xenofobi e a sfondo sessuale”

next