“La notizie dell‘autografo negato a un bambino è stata pubblicata senza uno straccio di verifica, e ripresa da tutti i giornali online con tanto di vignetta satirica”. Dopo le polemiche sul firmacopie, nate da una lettera inviata da una mamma alla stampa, Fedez si difende. In un video pubblicato sulla sua pagina Facebook attacca i giornali e spiega il meccanismo che sta alla base dei cosiddetti “firmacopie”. “Secondo i giornali  – spiega – sarei un sadico che si diverte a far piangere un bambino, negandogli l’autografo sul diario” E qui il cantante mostra alcuni biglietti e cartoline firmate da lui, a dimostrazione che non riserva autografi ai soli dischi. “I firmacopie sono eventi in cui firmiamo le copie dei nostri cd, lo dice lo stesso nome. Funziona così per tutti gli artisti, in tutto il mondo. Solo in Italia è diventato un pretesto per strappare clic. E comunque è impossibile che il bambino sia arrivato sul palco senza cd, perché ci sono dei ‘filtri‘ prima”. Il rapper si sofferma anche su un’altra notizia, uscita in questi giorni. “La notizia di un cartellone di un fan buttato nella spazzatura è una notizia fasulla“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

#Sanremo2017, la finale. La diretta twitter de ilfattoquotidiano.it

next
Articolo Successivo

Giusto Pio, morto a 91 anni il violinista di Battiato: da L’era del cinghiale bianco a La voce del padrone, i grandi successi

next