Nove anni di reclusione e altri due anni di libertà vigilata al termine della pena. E’ questa la durissima condanna per l’ex sottosegretario Pdl Nicola Cosentino, a lungo coordinatore campano di Forza Italia, accusato di concorso esterno in associazione camorristica.
L’ex Il pm della Dda di Napoli Alessandro Milita aveva chiesto 16 anni di condanna. A un cronista che domanda se la sentenza getti “un’ombra pesantissima sulla politica“, il magistrato risponde che il termine “ombra mi sembra riduttivo”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Processo Tav, 38 condanne in appello per scontri del 2011. Pg: “No attenuanti sociali”

next
Articolo Successivo

No Tav, proteste in aula per le 38 condanne. “Violenti e non violenti? Procura evidenzia suo carattere politico”

next