A causa di un problema tecnico al motore, sorto poco dopo il decollo, un aereo dell’Air France diretto a Cayenne è stato costretto a rientrare nell’aeroporto di Parigi Orly. L’incidente è avvenuto su un Boeing 777, corrispondente al volo AF852, domenica 25 settembre intorno alle 10 e 39. Prima di affrontare la manovra di atterraggio, come da protocollo, è stato necessario svuotare completamente il serbatoio del velivolo: decine di migliaia di litri di cherosene sono stati riversati sopra una vasta area protetta che comprende la foresta di Fontainebleau, sull’Ile-de-France. Furioso, il sindaco di Fontainebleau ha commentato così su Twitter: “È scandaloso che sia ancora autorizzata questa procedura. La foresta di Fontainebleau accoglie 10 milioni di visitatori l’anno ed è lo spazio naturale più protetto di Francia”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Corea del Nord, vendute come spose in Cina e poi fuggite a Seul per evitare abusi e rimpatrio: ora chiedono aiuto all’Onu

next
Articolo Successivo

Houston, spara a ripetizione in un centro commerciale: 9 feriti. Lui viene ucciso: era vestito con un’uniforme nazista

next