Il nuovo ministro degli Esteri britannico Boris Johnson è noto per il suo linguaggio, lontano dal rientrare nel politically correct, pratica rispetto alla quale viaggia su un binario parallelo che non ha mai incontrato. Il suo tatto, i suoi toni pacati, hanno arricchito un elenco di gaffes molto nutrito e, fatto ancora più grave, molte di queste riguardano leader con i quali potrebbe aver presto un incontro.

Boris Johnson, 9 gaffe (tra le tante) del nuovo ministro degli Esteri di Sua Maestà

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Usa, polizia uccide un 19enne disarmato: si era rifiutato di alzare le mani. Il video choc

next
Articolo Successivo

“Ecco quanto è semplice e veloce”: il principe Harry fa il nuovo test Hiv in diretta su Facebook

next