Thiago Motta 675THIAGO MOTTA: Entra e l’Italia perde il centrocampo. Normale, perché la Spagna non può subire per novanta minuti nella zona di campo dove solitamente fa la differenza. C’è anche il suo zampino, però. Mai uno scatto, un ruggito, un pallone giocato. Fino al tocco per Insigne da cui nasce il 2-0. Becca il giallo all’89esimo, ingenuo, per una manata. Era diffidato. Se De Rossi non recupera è un problema. Solo per questo meriterebbe l’insufficienza, ma la vittoria vale l’amnistia. VOTO: 6

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Italia-Spagna 2-0: Chiellini e Pellè, iberici eliminati. Il 2 luglio a Bordeaux quarti di finale contro la Germania – Foto e video

next
Articolo Successivo

Italia – Spagna 2-0, Conte: “I ragazzi sono stati straordinari. L’Italia non è il catenaccio”

next