L’intervista a Ennio Morricone, Premio Oscar per la migliore colonna sonora del film di Quentin Tarantino The Hateful Eight, andata in onda il 2 febbraio a diMartedì (La7). Morricone racconta perché, dopo anni di richieste, ha finalmente detto sì al regista per questo film western che, però, nulla a che fare con lo stile di Sergio Leone. “Quella che si sente è musica alla Tarantino”. Il Maestro dalla fine degli anni Cinquanta ha scritto oltre 500 colonne sonore, tra cui quelle di Il Buono, il Brutto e il Cattivo, Mission e Nuovo Cinema Paradiso. La sua musica ha ispirato un’ampia gamma di artisti, dai Metallica a Celine Dion, fino a registi come Sergio Leone e Bernardo Bertolucci. Ma nonostante questo, non aveva mai ricevuto un premio negli Stati Uniti per il suo lavoro, fino al Golden Globe e ora gli Oscar 2016.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Calcio femminile, Katia Serra e Milena Bertolini: “Vogliamo gli stessi diritti dei professionisti”

next
Articolo Successivo

Premi Oscar 2016, DiCaprio e il suo discorso per l’ambiente: “La Terra è sotto minaccia”

next