Nuovo capitolo nello scontro pluriennale tra i Foo Fighters e i fedeli della Westboro Baptist Church, una delle Chiese cristiane più conservatrici degli Stati Uniti d’America. Nel 2011, sempre in agosto, il gruppo guidato da Dave Grohl aveva reagito alle solite contestazioni (“Band che incita alla fornicazione, all’adulterio e all’idolatria!”) con una canzone scritta per l’occasione. Stavolta, invece, Grohl e compagni hanno interrotto il sit-in ad alto contenuto omofobo della Westboro Baptist Church (immancabile il solito cartello “Dio odia i froci”) a bordo di un pick-up nero, sulle note di Never gonna give you up di Rick Astley.
Grohl, da nuovo e incontrastato Messia del rock, ha anche improvvisato un discorso: “Dio benedica l’America, tutta quanta. Non importa se siete bianchi, neri, viola o verdi, se venite dalla Pennsylvania o dalla Transilvania, se siete per Lady Gaga o per i Lady Antebellum: gli uomini amano le donne, le donne amano gli uomini, gli uomini amano gli uomini e le donne amano le donne. E voi sapete quanto questo ci piaccia. Dio benedica l’America”. Ovviamente tutto è stato ripreso ed è diventato virale sui social network. Altro colpo da maestro per Sua Maestà Grohl, che solo poche settimane fa aveva conquistato tutti con un altro gesto da idolo delle folle.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Una settimana senza social: una tregua dai commentatori compulsivi

next
Articolo Successivo

Ashley Madison, suicidi due utenti del sito di incontri extraconiugali. Conseguenza dell’hackeraggio secondo la polizia canadese

next