“Ci sarà un impegno formale del ministro dell’Istruzione a cancellare dal ddl Scuola ogni ipotesi di introduzione dell’educazione di genere“. Così il senatore Ncd Carlo Giovanardi nel giorno in cui il governo ha chiesto la fiducia sul provvedimento. “Il testo è ambiguo – continua – perché si parla di violenza di genere, noi vogliamo rassicurazioni”. Un aspetto può mettere in pericolo il voto di fiducia?Oggi no – dice Giovanardi – ma è un campanello di allarme su temi fondamentali come unioni civili e adozioni”. “Abbiamo chiarito con Ncd questo aspetto – aggiunge la relatrice Pd del ddl Buona Scuola, Francesca Puglisi – sottoporremo alle famiglie il consenso informato per le attività extra curriculari”  di Annalisa Ausilio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Scuola, ok alla fiducia in Senato: 159 i sì, 112 i no. Proteste in Aula, M5s celebra “funerale”

next
Articolo Successivo

Buona Scuola, bagarre delle opposizioni al Senato: urla, fischi, magliette e cartelli

next