No, non chamiamola “Dama bianca“, l’unica vera Dama Bianca nazionale resta Giulia Occhini, la compagna di Fausto Coppi. In queste ore, Federica Gagliardi, arrestata dalla Guardia di finanza perché trovata in possesso della “modica quantità ” di 24 chili di cocaina, si è riguadagnata l’appellativo. 

La prima volta fu così soprannominata, perché comparve al G8 di Toronto, di bianco vestita, insieme a Silvio Berlusconi. Questa volta il colore bianco è forse più legato alla merce che custodiva, peraltro in violazione alla Giovanardi-Fini, legge simbolo della “destra muscoli, ordine e famiglia”. L’ex premier è davvero un uomo sfortunato perché si è sempre ritrovato ovviamente “a sua insaputa” circondato, persino dentro casa, da persone poco raccomandabili dal mafioso Mangano a Lavitola sino a Federica Gagliardi…

In attesa che Berlusconi metta ordine tra le sue amicizie, ci piacerebbe che l’espressione “Dama Bianca” restasse legata al nome di Giulia Occhini, la donna che, sfidando le rigide regole di quegli anni e la ipocrisia bigotta, decise di vivere con il campionissimo Fausto Coppi, per questo furono denunciati ed indicati come “pubblici peccatori”.
Quanta nostalgia per quei ” pubblici peccatori”, per il loro stile, per la loro libera scelta di sfidare convenzioni e doppiezze di ogni sorta. Giulia Occhini fu davvero la “Dama Bianca”, anche in questo caso, sarà bene diffidare dalle imitazioni!

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Processo trattativa, Spatuzza: “Non parlai prima di Berlusconi per timore”

next
Articolo Successivo

Lele Mora, Tarantini e Polanco: gli scandali che presero di striscio Berlusconi

next