Il Comune di Napoli è fallito. Non lascia spazio alle interpretazioni l’allarme lanciato dalla Corte dei Conti che fa un affresco impietoso del capoluogo campano: un cittadino su due non paga le tasse e le multe. Qui, continuano i giudici contabili, il livello di evasione fiscale è senza paragoni.

I dati emergono dal documento della Corte dei Conti, pubblicato da la Repubblica, in cui si respinge il piano di riequilibrio finanziario del Comune di Napoli, dopo averne valutata la “non congruenza ai fini del riequilibrio”. Secondo quanto riporta il quotidiano il Comune di Napoli sarebbe “incapace” di riscuotere le tasse dovute, causando un tasso di evasione superiore al 50%. E, ancora, l’amministrazione della città – guidata da Luigi De Magistris – avrebbe fatto registrare una percentuale pari al 30% di multe cancellate.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Alitalia, Air France torna a chiedere uno sconto alle banche creditrici

prev
Articolo Successivo

Economia, il rapporto last minute del ministero: “Ripresa merito di Letta”

next