/ / di

Andrea Valdambrini Andrea Valdambrini

Andrea Valdambrini

Giornalista

Dopo un dottorato in filosofia a Roma e una carriera universitaria mai iniziata, forse perché non voluta fino in fondo, capisco che della scrittura non posso proprio fare a meno. Collaboro con un sito web di cultura politica, passo per Il Riformista, dove mi occupo di Cultura, occasionalmente Esteri – e approdo al Fatto Quotidiano praticamente dall’inizio, scrivendo da Londra, città in cui vivo, tutto quello che posso sulla politica e la società inglesi. Fra le troppe cose di cui non posso fare a meno citerei il nuoto, il rigore del pensiero e le opere di Mozart. Se sto cominciando a capire che mestiere farò da grande non so ancora in quale parte d’Europa vivrò.

Articoli Premium di Andrea Valdambrini

Mondo - 19 ottobre 2017

“Catalogna anno zero: Madrid è irremovibile”

Puigdemont e Rajoy come in un western di Sergio Leone: uno di fronte all’altro, pronti al duello, ma chi sparerà per primo? Di questa snervante impasse tra il governo centrale spagnolo – che ieri ha proposto all’esecutivo regionale di rinunciare ad attivare l’articolo 155 sul “commissariamento” di Barcellona in cambio della convocazioni di elezioni anticipate […]
Mondo - 15 ottobre 2017

Weinstein da re Mida a Orco. Hollywood e la fiction del Male

Produttore, predatore, reietto (“Producer, predator, pariah”). Così il Time ha descritto nella sua ultima la parabola di Harvey Weinstein, ex potentissimo di Hollywood, punto di riferimento di registi del calibro di Quentin Tarantino, Steven Soderbergh o Martin Scorsese – ovvero il gotha del cinema mondiale -, finito sotto i riflettori per accuse di violenza sessuale […]
Mondo - 15 ottobre 2017

“Fu Franco a infiammare lo spirito catalano”

“Quando le truppe franchiste presero Barcellona, la città fu data in mano ai navarresi. Non perché avessero combattuto meglio, ma perché li odiavano di più. Un ufficiale disse a un giornalista portoghese: ‘l’unica soluzione è uccidere tutti i catalani. È solo una questione di tempo’”. Tempo che non passa senza lasciare tracce, secondo Paul Preston, […]
Mondo - 12 ottobre 2017

“La Costituzione scritta nel ’78 è superata”

La storia è un flusso in perenne mutamento e il caso Catalogna ne è un esempio. Fa emergere la crisi di un’Europa che ha tradito la promessa di riuscire a darsi una struttura politica. Questo il parere sulla crisi catalana di Franco Cardini. Storico del medioevo, studioso dell’epoca delle crociate, cattolico, Cardini è stato per molti […]
Mondo - 10 ottobre 2017

“Tentare il dialogo fino all’ultimo istante della crisi”

Francisco Orozco è vicesegretario generale del gruppo Gue/Ngl (Sinistra radicale europea) al Parlamento di Strasburgo e membro del segretariato internazionale di Podemos, guidato dal Pablo Iglesias. L’indipendenza della Catalogna è una questione di sinistra? In Italia è soprattutto la Lega a fare il tifo per la separazione dalla Spagna. La Spagna ha la sua storia […]
Mondo - 3 ottobre 2017

Europa in Catalexit: “Urne illegali violenze sbagliate”

La parola d’ordine è: fare finta di nulla. Incassare, non rispondere, soprattutto non commentare in modo difforme da Madrid quello che succede a Barcellona. La tempesta passerà. E se non passa, comunque, teniamoci almeno stretti lo Stato di Diritto. Questo il mantra che ripetono, con tutta evidenza, i vertici della Commissione europea. “Il voto catalano […]
Mondo - 29 settembre 2017

“I politici, non i catalani, vogliono il voto”

La maggioranza politica che chiede l’indipendenza della Catalogna rappresenta una minoranza dei catalani. Al suo interno ha perfino il Cup, piccolo partito che vuole la rivoluzione, non l’indipendenza. Come può la borghesia catalana affidarsi a tali estremisti?”. Si sente catalano e spagnolo al contempo l’eurodeputato Santiago Fisas Ayxelà, popolare come il premier Mariano Rajoy. Perché […]
Mondo - 22 settembre 2017

“I profughi fanno paura, AfD lo ha capito”

Giovanni Di Lorenzo, giornalista italo-tedesco, è dal 2004 direttore del settimanale Die Zeit, uno tra i più importanti e letti del Paese. Perché queste elezioni sono importanti? Potrebbero rappresentare una cesura, intanto perché per la prima volta avremo in parlamento un partito, in parte, radicale di destra: Alternative für Deutschland (AfD). Proprio attraverso questa campagna […]
Mondo - 21 settembre 2017

“Vogliamo decidere pacificamente il nostro destino”

Raul Romeva si potrebbe definire il “ministro degli Esteri” della Catalogna, o più sommessamente consigliere per gli Affari esterni della Generalitat de Catalunya. Professore universitario di Politica europea e Affari internazionali, 46 anni, ex europarlamentare ed esponente dei Verdi catalani, Rueva ricopre l’incarico ministeriale dal 2016 nel governo indipendentista di Carles Puigdemont. È sotto inchiesta […]
Mondo - 12 settembre 2017

L’Onu e la bugia da Nobel: “Rohingya, è pulizia etnica”

La denuncia arriva da una delle più alte cariche delle Nazioni Unite, e non potrebbe essere più pesante: il trattamento riservato ai Rohingya da parte del governo del Myanmar è “un esempio di pulizia etnica”. Così ha tuonato da Ginevra l’Alto Commissario Onu per i Diritti umani, il giordano Zeid bin Ra’ad Al Hussein. La […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×